Davide batte Golia nel mondo dell’antincendio

Da piccola impresa di provincia per la produzione di impianti anti intrusione e antincendio ad un’azienda globale che esporta centrali e intelligence in tutto il mondo, con un fatturato che viaggia sui 3 milioni di euro e pronta a competere con le grandi multinazionali.
Il segreto? Passione, tenacia e soprattutto credere nelle proprie capacità. Vincenzo Polge, amministratore delegato della SV Sistemi di sicurezza S.r.l. di Villa di Serio, racconta la scalata della sua azienda in un mercato molto particolare, dove l’esperienza va a braccetto con la qualità in un quadro normativo sempre più complesso che si aggiorna e si evolve rapidamente.

Sig. Polge, in che consiste, detto in parole semplici, l’attività della SV Sistemi di sicurezza?

Lavoriamo e studiamo per la realizzazione di prodotti e servizi che consentano di salvare vite umane. Un’attività che, oltre a seguire e adeguarsi a tecnologie sempre più avanzate, deve fare i conti con normative complesse che si evolvono rapidamente. La nostra è un’azienda che produce centrali antincendio fire&gas e fire fighting a livello industriale  e in più forniamo un servizio di consulenza e assistenza a 360 gradi. Il nostro team è impegnato in contesti di grandi dimensioni quali le piattaforme marine, le navi militari, gli ambienti petrolchimici, le raffinerie, le centrali  termoelettriche, ecc.”.

In quali Paesi siete presenti con i vostri prodotti e la vostra attività?

“Siamo presenti tutto il mondo. Villa di Serio è la sede principale dove lavorano 15 persone, ma abbiamo anche una filiale a Fuerteventura e una in Iran, che si occupa prevalentemente della distribuzione, dove sono in 18 a lavorare per noi. Ci stiamo organizzando per essere presenti fisicamente con nuove filiali anche in Spagna, Germania, Olanda, Francia, Turchia e Tunisia.
Ma il nostro personale è impegnato in 102 paesi per il commissioning di centrali e sistemi di sicurezza tra cui Giordania, Congo, Taiwan, Algeria, Corea, Repubblica Dominicana, Nigeria, Angola, Arabia Saudita, Egitto, Kuwait, Kazakistan, Russia, Messico ecc.”.

E per il futuro, quali sono gli obiettivi che SV sta mettendo in campo?

“La produzione della centrale di nuova generazione EXFIRE360, realizzata nel 2012, si è sviluppata e intensificata con l’avvento dei nuovi sistemi operativi che hanno permesso l’interfacciamento hardware e software con altre centrali esistenti. Il sistema integrato, molto potente ma anche semplice da utilizzare, è nato proprio per evitare l’installazione di tante piccole centrali deputate al controllo di uno specifico sistema. La gestione unica di tutti gli impianti installati consente una riduzione degli spazi utilizzati e dei costi di manutenzione con l’aumento delle prestazioni. La rivoluzione informatica
non si arresterà e il cliente chiederà sempre di più di interagire con la propria centrale di sicurezza. Nel campo della tele assistenza si faranno ancora
passi da gigante. Da poco, abbiamo presentato al mercato EXPUS20, un nuovo alimentatore da 20 ampere ridondante e la centrale mini-EXFIRE 360, un’apparecchiatura modulare programmabile, estremamente versatile e in grado di svolgere funzioni integrate antincendio, gestione allarmi tecnologici e gestioni di comunicazioni seriali di vari protocolli. Il 20 e il 21 settembre siamo alla fiera di Bergamo al “Forum di prevenzione incendi 2017” e nell’occasione presentiamo ELITE-FIRE, una piccola centrale mini ridotta alle dimensioni di una scatoletta ma con tutti i requisiti previsti dalle normative e rispondente alle più recenti certificazioni di qualità”.

Chi sono i vostri principali clienti?

“In Italia i nostri clienti principali sono Ansaldo, Eni, Snam, Marcegaglia e Selex. Da circa un anno abbiamo siglato un accordo per una partnership strategica con la statunitense Det-Tronics che è leader globale nei sistemi di sicurezza fuoco e gas e fornisce in tutto il mondo sistemi di alta qualità per la rilevazione di gas e fumo e per il contenimento di pericoli in processi ad alto rischio. Per avere un’idea di cosa stiamo parlando basta considerare che Det-Tronics fa parte di UTC Climate, Control & Securiti, una divisione di United Technologie Corp, leader nella fornitura delle industrie aerospaziali e di costruzione in tutto il mondo. L’alleanza strategica siglata con Det-Tronics rappresenta un traguardo molto importante per la nostra azienda in quanto permetterà di coniugare il primato della casa statunitense nel mercato globale delle tecnologie per la rilevazione precoce d’incendio con la specializzazione di SV nei sistemi di controllo di tali tecnologie. Un accordo di tale portata in genere è consentito solo alle multinazionali e non a una S.r.l come la SV; infatti, è richiesto un fatturato annuo di almeno 200.000 euro che noi abbiamo raggiunto in soli 9 mesi”.

Quando ha capito che era il momento di voltare pagina e di andare oltre i confini della provincia per inserirsi in un contesto più ampio sino a varcare le frontiere italiane e poi quelli europee?

“La passione c’è sempre stata ma il convincimento che si poteva fare di più sino ad arrivare a competere con le multinazionali è maturato con le acquisizioni
delle prime certificazioni di qualità. Oggi ne abbiamo acquisite quattordici. Quattordici lauree internazionali esposte tutte nel sito della SV “Certificazioni Ottenute” che ci consentono di offrire sul mercato prodotti di altissima qualità, con manifattura esclusivamente “Made in Italy” e un’assistenza di personale altamente specializzato prevalentemente formato all’interno della nostra azienda”.

La vostra azienda è cliente della Bcc Bergamo e Valli. Perché, considerate le dimensioni della SV, avete scelto un istituto di credito cooperativo locale?

“Siamo clienti della Bcc da quando siamo nati. In questo istituto di credito abbiamo sempre trovato molta disponibilità e condivisione di idee. La Bcc
Bergamo e Valli rappresenta per noi sempre un importante punto di riferimento perché ci ha visto muovere i primi passi, ci ha visto crescere ed è cresciuta con noi”.

Trent’anni di esperienza e credibilità 

Classe 1967, cinquantanni compiuti l’1 febbraio, Vincenzo Polge, da sempre appassionato di automazione  e antincendio, ha frequentato la scuola di Cfp Elettronica a Bergamo con un percorso formativo di perito elettronico. Nel 1989 fonda SV sistemi di sicurezza, una delle prime aziende elettroniche di antifurto, telecamere, controllo accessi, automazioni e antincendio diventando amministratore delegato della società proseguendo ugualmente gli studi durante il percorso lavorativo. Ad oggi sono 30 anni di esperienza e credibilità in ambito nazionale e internazionale su sistemi Oil-Gas industriali e sulla produzione di centrali di controllo Fire & Gas. Nel suo curriculum si annoverano competenze acquisite
da vari enti specializzati come: Accredia-Imq- Bureau e Veritas-Tuv-Atex- Ul/Fm. Polge è inventore della centrale Exfire60 e dell’alimentatore
Expsu20. È da sempre impegnato in prima linea per la sicurezza antincendio e fa di tutto per trasferire a tutti i suoi collaboratori l’esperienza acquisita
e i giusti valori aziendali.